Uscire dalla modalità facile

L’inizio del progetto ScreenFood

Nel giugno 2024 è partito il progetto “Metrologia per la sicurezza alimentare nell’economia circolare: Metodi mirati e di screening per i contaminanti negli alimenti e negli imballaggi riciclati” – ScreenFood, con la partecipazione attiva di CRS Capodistria, l’Istituto di Olivicoltura.

Il progetto mira a far progredire e armonizzare le tecniche analitiche per la quantificazione dei contaminanti sia negli alimenti che negli imballaggi alimentari, con particolare attenzione ai materiali riciclati.

Il primo incontro del progetto, il “kick-off”, si è svolto il 5 e 6 giugno presso la sede del partner principale, l’INRIM (Istituto Nazionale di Ricerca Metrologica) a Torino, Italia. Durante questo incontro, i partner del progetto hanno discusso le strategie di gestione e stabilito le linee guida chiave per la corretta esecuzione del progetto.

Coordinato dall’INRIM, ScreenFood comprende un consorzio di 23 beneficiari, tra cui CRS Capodistria. Il progetto è finanziato attraverso le azioni di ricerca e innovazione del partenariato metrologico di EURAMET e.V. e durerà tre anni, dal 1 ° giugno 2024 al 31 maggio 2027.

L’implementazione del progetto ScreenFood è un’iniziativa fondamentale nell’ambito degli sforzi in corso per migliorare la sicurezza alimentare e promuovere pratiche sostenibili nell’industria alimentare. Standardizzando le tecniche analitiche e sviluppando materiali di riferimento affidabili, il progetto mira ad avere un impatto significativo sul monitoraggio, il controllo e la gestione dei contaminanti. Ciò garantirà prodotti alimentari più sicuri per i consumatori e sosterrà la promozione di un’economia circolare.